“Trash”, un cartone ecologico

L’educazione ambientale al cinema

Trash__un_cartone_ecologico.jpg

Riciclare e riusare, due semplici parole alle quali bisognerebbe pensare come fossero veri dettami, da accogliere in sé ogni giorno, per ridurre considerevolmente i cumuli di rifiuti che produciamo stando al mondo. Basterebbe pensare a una corretta gestione dei rifiuti e provare a recuperare imballaggi ai quali si può donare una seconda vita, riutilizzandoli creativamente e stimolando, al tempo stesso, il pensiero laterale. L’arte cinematografica, fra tutte le meravigliose arti visive, possiede un potere comunicativo e pedagogico universale, in grado di coinvolgere anche i bambini e le bambine nella realtà rappresentata. Raccontare la sostenibilità ambientale in modo innovativo, attraverso un’ingegnosa interazione fra mondo reale e cartoon, utilizzando tecnologie cinematografiche attuali, è l’obiettivo del progetto realizzato dalla casa di produzione indipendente Al One: Trash – in inglese, rifiuto- è una moderna fiaba on the road dalle ambientazioni reali, in cui i protagonisti, rifiuti animati in 3D, ormai inutili, imballaggi vuoti di diversi materiali e oggetti che aspirano ad una seconda vita attraverso il riciclo e il riuso, affrontano sfide ed ostacoli da superare lungo il loro viaggio verso una “rinascita”.

cms_12864/2.jpg

L’uscita del cartone animato, della durata di 90 minuti, è in programmazione nel primo semestre del 2020 ed è stato presentato, dall’agenzia di comunicazione Pescerosso, per il Summit Seeds & Chips – evento finalizzato al confronto sulle maggiori sfide globali legate all’alimentazione, ma anche al benessere, all’agricoltura e alle soluzioni anti-spreco, svoltasi a Milano dal 7 al 10 maggio -. “Per la sua storia e la modalità della narrazione, il film diventa un importante strumento di educazione e sensibilizzazione su un tema attuale, senza mai scivolare in banalità o stereotipi. – sostiene Benedetto Condreas, amministratore delegato di Pescerosso - Trash rappresenta una possibilità di comunicazione originale per le aziende che hanno a cuore la sostenibilità e l’economia circolare”. Un progetto per sostenere la salute del nostro Pianeta; il primo cartone animato ecologico sulla sostenibilità che educa al riciclo dei rifiuti, un problema attuale altamente velenoso per la nostra salute e per il benessere di tutto il mondo, davanti al quale non dobbiamo mostrare indifferenza.

Nicòl De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su